PROPOSTE DI LEGGE

Istituzione di un'anagrafe tributaria dei membri del Parlamento

Atti Parlamentari

Camera dei Deputati

V LEGISLATURA - DOCUMENTI - DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI

CAMERA DEI DEPUTATI

N. 78

PROPOSTA DI  LEGGE

d'iniziativa  del  Deputato   NICCOLAI  GIUSEPPE

Presentata VII giugno 1968

 

Istituzione di un'anagrafe tributaria dei membri del Parlamento

 

Onorevoli Colleghi! - Mi rendo perfettamente conto come iniziative del genere possano, da molti, essere considerate manifestazioni anacronistiche, fuori del tempo e della realt in cui tutti noi siamo immersi. Mi rendo perfettamente conto delle obiezioni che i cultori del diritto potranno sollevare contro la rozzezza giuridica della proposta. Immagino quanti vizi di forma, di legittimit costituzionale potranno piovere su questa iniziativa.

D tutto per scontato. Resta per il fatto, innegabile e incontrovertibile che, al di l di ogni questione di diritto, il Parlamento, in tutti questi anni, non ha mai dato, sul terreno della moralit pubblica, un solo illuminante esempio al Paese. Ha chiesto al cittadino, spesso, pesanti sacrifici. Non stato mai capace di dare lui l'esempio, l'esempio trascinatore di chi sa pagare di persona.

La crisi che le istituzioni attraversano e che si fa sempre pi grave, crisi anche morale, crisi di prestigio, crisi di autorit. Il cittadino, guardando in alto, ai vertici dello Stato, spesso disperatamente, non trova sollievo alla sua ansia, alla sua sete di onest e di rettitudine, come ha detto il Presidente della Camera aprendo i lavori del V Parlamento della Repubblica. Disperatamente lasciato solo davanti al dilemma di essere un cittadino osservante le leggi dello Stato, o farsi ribelle dello Stato e delle sue istituzioni, visto che talvolta alcuni di coloro, che delle istituzioni dovrebbero essere i custodi primi, sono i primi a non osservarle.

Ecco perch tale proposta di legge, pi che alla mente dei giuristi e dei costituzionalisti, viene affidata al cuore, al sentimento, alla coscienza dei signori parlamentari.

Quale , infatti, la malattia tipica che, pi di ogni altra cosa, colpisce l'uomo politico  italiano?

La sproporzione fra le parole e i fatti.

Cerchiamo, cari onorevoli colleghi, di colmare questa sproporzione, facciamo s che i fatti precedano le parole, mettendo subito in pratica quelle direttive morali che il Presidente della Camera ha cos nobilmente indicate  all'apertura  dei  nostri  lavori:

Noi dobbiamo, ha detto il Presidente della Camera, lavorare in una casa di cristallo. Da noi deve partire l'esempio di onest e rettitudine. Perch il popolo italiano ha sete di onest. Su questo punto dobbiamo essere intransigenti prima verso noi stessi, se vogliamo poi esserlo verso gli altri. Non dimentichiamo, onorevoli colleghi, che la corruzione nemica della libert.

tutto qui. Plachiamo la sete di onest del nostro popolo. Con l'esempio. Con la rettitudine. Con l'onest. Con l'intransigenza morale verso noi stessi.

Questa proposta di legge altro non vuole essere che un primo modesto contributo in tale senso.

 

PROPOSTA DI LEGGE

ART. 1

istituita presso la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica una anagrafe tributaria  dei  parlamentari.

Detta anagrafe dovr rigorosamente indicare tutti i redditi e patrimoni provenienti da terreni e fabbricati, anche della moglie; proventi di amministratori, dirigenti, revisori, sindaci di societ controllate dallo Stato o no; da industrie, commerci, attivit industriali e artistiche.

Art. 2

La tenuta e l'aggiornamento dell'anagrafe tributaria sar affidata alla Commissione finanze e tesoro dei due rami del Parlamento che potr, in tale caso, avvalersi di una sottocommissione  all'uopo  incaricata.

Art. 3

Per rimpianto dell'anagrafe, di cui all'articolo 1, il parlamentare tenuto a presentare, entro un mese dall'entrata in vigore della presente legge una scheda, appositamente preparata dalla Commissione finanze e tesoro, in cui risultino i dati indicati nell'articolo 1.

Inoltre gli stessi parlamentari sono tenuti ad aggiornare la predetta scheda entro 15 giorni da ogni variazione reddituaria o patrimoniale.

Art. 4

I nomi dei parlamentari che non adempiranno alla prescrizione di cui all'articolo 3 saranno pubblicati nella Gazzetta ufficiale della Repubblica con comunicazione delle Presidenze della Camera e del Senato.

Art. 5

Ogni cittadino pu prendere visione della posizione tributaria di ogni parlamentare, facendone espressa richiesta alla Segreteria generale della Camera, con la procedura stabilita per le petizioni, esclusa la condizione stabilita al n. 3. dell'articolo 108 del Regolamento della Camera.

 

(scarica il PDF)

 

 

 Condividi